info@caminosantiago.com

Cattedrale di El salvador de Santo Domingo de la Calzada


La Cattedrale di El Salvador, che s'innalza su di una primitiva chiesa, fu costruita nell'anno 1105 e fondata un anno dopo. Poi diventò Collegiata, nel 1158, e Cattedrale nel 1232, essendo sede del vescovato di Calahorra -La Calzada. È uno dei migliori esempi spagnoli di architettura protogotica. In lei, convivono differenti stili architettonici come il gotico, il barocco e il romanico.


Costruita in pietrame squadrato, è organizzata come chiesa di pellegrinaggio con pianta a croce latina. Consta di tre navi, cappelle tra i contrafforti, doppio transetto, testata ottagonale di cinque arazzi ed absidiola con cappelle. L'abside conserva una cappella circolare che risponde al più puro stile romanico e che è uno dei pochi resti sopravvissuti al primitivo tempio. È composta inoltre di coro basso, sagrestia del 1602 e chiostro del secolo XIV. La facciata principale si apre a sud e si compone di tre corpi.

Nell'interno del tempio si trova il sepolcro di Santo Domingo, nel braccio del transetto accanto all'epistola e di fronte al pollaio (che contiene un gallo ed una gallina viva, che ricordano il miracolo del Cammino di Santiago). Sotto il sepolcro si trova una cripta con rilievi incassati di San Giovanni Evangelista ed una collezione di opere realizzate dal secolo XIII fino al XV. La Cattedrale possiede inoltre una torre di 70 metri che ha la peculiarità di essere eccentrica, è separata dalla cattedrale.

Dell'interno della chiesa distingue la pala d'altare maggiore, di nove metri di larghezza e tredici metri di altezza, uno dei gioielli della scultura spagnola. Questa meravigliosa pala d'altare non si trova attualmente nella sua ubicazione originale. Dopo il suo restauro negli anni novanta si decise di collocarla sul braccio nord del transetto, per poter così ammirare gli elementi romanici della cappella maggiore. Il restauro dell'altare permise di scoprire eccellenti rilievi e capitelli del secolo XII che erano rimasti occulti dietro di lui da più di quattro secoli fa.

Tra di loro, emerge un rilievo di David, rappresentato come re cantore. Il restauro permise di scoprire anche la decorazione dei pilastri che conformano la Cappella maggiore dove si osservano motivi vegetali e rappresentazioni istoriate dei santi vangeli come un "Albero di Jesé", in cui troviamo la figura della Vergine María, un monogramma di Cristo ed una Trinità. Questi simboli si completano con i capitelli delle Vergini Prudenti (con le loro lucerne accese verso l'alto) e le Vergini Sciocche (con le loro lucerne verso il basso, spente) ed i 24 Anziani dell'Apocalisse.